Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È stato ucciso uno dei due ostaggi canadesi rapiti insieme ad un altro turista norvegese e a una donna filippina il 21 settembre 2015 sull'isola di Samal, a Mindanao, nel sud delle Filippine. Ne ha dato notizia il premier canadese Justin Trudeau.

La vittima si chiamava John Ridsdel. Domenica i miliziani islamisti di Abu Sayyaf, responsabili dei sequestri, avevano dato un ultimatum chiedendo il pagamento di un riscatto per non uccidere gli ostaggi.

I quattro erano stati rapiti in un resort. L'altro turista canadese ancora nelle mani del gruppo islamista è Robert Hall, mentre l'ostaggio norvegese, Kjartan Sekkingstad è il direttore della struttura. La donna filippina si chiama invece Marites Flor.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS