Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È salito a 36 morti e 26 dispersi il bilancio del ribaltamento di un battello filippino oggi a mezzogiorno al largo dell'isola di Leyte, nel centro dell'arcipelago. Lo ha riferito la guardia costiera nazionale.

Il battello di legno, lungo 27 metri e pesante 36 tonnellate, si è rovesciato poco dopo la partenza da Ormoc City a causa di un'onda. Molti passeggeri sono rimasti intrappolati. I 127 superstiti sono stati tratti in salvo da pescherecci o hanno raggiunto la costa - distante 200 metri - a nuoto. Le operazioni di soccorso, sono state ostacolate dal mare mosso e dai forti venti, che hanno impedito soccorsi aerei.

Il capitano e l'equipaggio dell'imbarcazione, che era diretta verso le isole Camotes 44 chilometri più a sud, sono stati fermati in vista dell'apertura di un'inchiesta sulle cause dell'incidente.

Nell'arcipelago filippino, il trasporto di passeggeri tra le centinaia di isole avviene prevalentemente via mare, con frequenti incidenti dati gli scarsi standard di sicurezza

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS