Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MANILA - I passeggeri di un bus turistico sono stati presi in ostaggio oggi nella capitale filippina Manila da un uomo armato di un fucile d'assalto. Sei sono stati nel frattempo liberati, fra i quali tre bambini, ha indicato la polizia.
L'autore del gesto, sulla base delle prime ricostruzioni, sarebbe un ex-poliziotto radiato che avrebbe richiesto il suo reintegro 'a pieno titolo' tra le forze dell'ordine filippine. "Si tratta di Rolando Mendoza, ex ispettore di polizia", hanno precisato fonti di sicurezza filippina, aggiungendo che l'uomo è armato di un fucile M-16.
In un primo tempo era stato riferito che sul bus ci sono - o c'erano prima della liberazione dei sei ostaggi - 22 passeggeri sudcoreani. Successivamente la notizia è stata rettificata: i 22 sarebbero di Hong Kong. Sull'autobus sarebbero ora rimasti 16 turisti e tre filippini.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS