Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Corte d'assise del Cairo ha confermato, dopo il via libera del Gran muftì, la condanna a morte di sette cittadini egiziani copti residenti negli Usa per il coinvolgimento nel film "L'innocenza di Moaoemtto", che scatenò scontri nel mondo arabo a settembre. La Corte ha condannato a cinque anni il reverendo Usa Terry Jones.

I sette imputati, tutti residentI negli Usa, sono accusati di oltraggio all'Islam e di minaccia all'unità nazionale. Fra di loro anche Nikolas Bassili, autore della pellicola che lo scorso settembre ha scatenato un'ondata di proteste in tutto il mondo musulmano. Al Cairo manifestanti attaccarono l'ambasciata Usa, riuscendo a scavalcare il muro di cinta e a strappare la bandiera americana, issata su un pennone all'interno del compound della sede diplomatica.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS