Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le autorità libiche hanno arrestato una cinquantina di persone in connessione con l'attacco dell'11 settembre al Consolato americano di Bengasi, in cui sono rimasti uccisi l'ambasciatore Chris Stevens e altri tre diplomatici. Lo ha detto Mohhamed al Megaryef, presidente del Congresso Nazionale libico, in una intervista alla televisione americana Cbs.

Al Megaryef ha aggiunto che "alcuni" dei partecipanti all'attacco erano stranieri entrati in Libia, parte dei quali dal Mali e l'Algeria.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS