Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Il ministro tedesco della difesa Karl-Theodor zu Guttenberg è contrario all'acquisto di informazioni bancarie rubate, su presunti evasori fiscali con conti in Svizzera di cui ha dato notizia ieri la "Frankfurter Allgemeine Zeitung" (FAZ), da parte del governo tedesco. Se l'esecutivo di Berlino dovesse aderire all'offerta di un informatore anonimo, la Germania avrebbe qualche problema con lo Stato di diritto.
In un'intervista pubblicata oggi dalla "NZZ am Sonntag", Guttenberg afferma di ritenere "problematico il fatto di pagare una cosa che è stata ottenuta in modo dubbio dal punto di vista legale".
Il desiderio di ottenere i dati va subordinato ad una verifica giuridica della situazione. "Questa analisi va effettuata, e se ho capito bene il ministro delle finanze (Wolfgagng) Schäuble ha già espresso grande scetticismo. Non posso che condividere la sua opinione", ha aggiunto Guttenberg. Schäuble, messo sotto pressione da socialisti e liberali, non ha ancora deciso se accettare l'offerta.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS