Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Nordreno-Vestfalia ha pagato circa 10,3 milioni di euro per l'acquisto di CD con i dati bancari svizzeri di presunti evasori fiscali tedeschi.

Lo ha indicato oggi una portavoce del ministero delle finanze del Land, precisando che dal 2010 sono stati comperati sei dischetti.

Il ministro delle finanze del Land Norbert Walter-Borjans (SPD) ha precisato davanti al parlamento regionale che chi ha venduto i CD dovrà pagare le imposte sugli "onorari" ricevuti. Calcolati questi introiti la spesa per Land dovrebbe così ammontare a 8,9 milioni di euro. Pochi soldi considerati i miliardi incassati grazie ai dati contenuti nei dischetti: tra procedimenti avviati e autodenunce sono entrati nelle casse del Fisco oltre tre miliardi di euro, ha detto la portavoce.

Secondo la rivista "Focus", che cita la risposta del governo del Land a una domanda del gruppo parlamentare liberale (FDP), sulla base degli esami finora effettuati i CD acquistati contengono in tutto i nomi di 6989 persone e i procedimenti penali promossi in tutta la Germania sono già 2624.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS