La procura di Monaco di Baviera ha accusato di frode fiscale il presidente Bayern Monaco, Uli Hoeness. La camera dei crimini economici del tribunale distrettuale di Monaco dovrà ora decidere se accogliere i capi d'accusa contro il presidente del Bayern e rinviarlo a processo. La decisione dovrebbe arrivare entro la fine del mese di settembre.

Il 61enne Hoeness a gennaio si è autodenunciato in relazione ad un suo conto in Svizzera e da allora le autorità hanno cominciato le indagini nei suoi confronti. Andrea Titz, portavoce della Procura bavarese, ha chiarito che le indagini sono state chiuse ieri e le accuse sono state formalizzate oggi.

Hoeness è stato giocatore e general manager del Bayern prima di diventare il presidente del club, detentore della Champions League, della Bundesliga e della Coppa di Germania.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.