Navigation

Fisco:Nordreno-Vestfalia valuta nuovi acquisti CD svizzeri

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 febbraio 2012 - 16:26
(Keystone-ATS)

La Renania settentrionale-Vestfalia valuta la possibilità di acquistare altri CD con i dati di possibili evasori fiscali tedeschi in Svizzera. Lo afferma il ministro delle finanze del Land, il socialdemocratico Walter-Borjans, in una intervista a "20 Minuten Online", tradotta anche da Ticinonline (tio.ch).

Il ministro regionale si dice contrario all'accordo fiscale raggiunto tra Germania e Svizzera: "È come se uno andasse a rapinare una banca e poi offrisse alla polizia la metà del bottino per ottenere l'impunità". A suo avviso ci sono scarse probabilità che esso sia ratificato da Berlino perché i Land governati da SPD e Verdi si oppongono: nella sua attuale versione è infatti "un pugno in faccia a tutti i contribuenti onesti".

Fintanto che con Berna non sarà raggiunto un accordo fiscale "ragionevole" - sostiene Walter-Borjans - "procederemo alla verifica di ulteriori CD", come "ultimo mezzo" a disposizione, anche se questo "non mi rende per nulla felice".

Nel capoluogo renano Düsseldorf non tutti condividono L'opinione del ministro. Se l'accordo dovesse essere bloccato dal Bundesrat il più popolato dei sedici Stati federati della Germania dovrebbe rinunciare a circa due miliardi di euro di versamento una tantum da parte elvetica, ha dichiarato alla "Rheinische Post" Karl-Josef Laumann, capogruppo CDU nel parlamento del Land, citando calcoli del ministero federale delle finanze.

Per supposti 66 miliardi di euro di fondi neri depositati da tedeschi su conti svizzeri la Germania potrebbe contare su un un pagamento una tantum di 12,6 miliardi di euro, secondo il politico democristiano: ai Länder andrebbero 8,7 miliardi, e 2,06 miliardi spetterebbero al solo Nordreno-Vestfalia. Successivamente sarebbero poi da aspettarsi a suo avviso introiti annui di circa 200 milioni di euro.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?