Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Anche Postfinance, come la maggior parte degli istituti finanziari finora usciti allo scoperto, ha deciso di aderire al programma americano volto a risolvere il contenzioso fiscale con gli Stati Uniti, iscrivendosi nella cosiddetta "categoria 2", riservata alle banche che hanno motivo di credere di aver violato la legge USA o che comunque non possono escludere tale eventualità.

"La decisione a favore della categoria 2, si legge in un comunicato, si basa sull'attuale incertezza circa la possibilità di qualificarsi per la categoria 3", riservata agli istituti in grado di provare di non aver violato le norme americane, cui Postifinance potrebbe comunque aderire in un secondo tempo.

"Con questo modo di procedere, continua la nota, PostFinance intende ridurre al minimo il rischio per l'azienda, per i clienti e per i collaboratori di entrare in conflitto con autorità estere".

Finora si sono iscritte nella "categoria 2" anche Banca Coop, Banca Migros, la sangallese Linth LBB, Banca Cornèr, il gruppo Valiant e la Banca cantonale bernese. La banca privata Vontobel ha invece scelto la "categoria 3".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS