Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sei banche cantonali hanno annunciato oggi l'intenzione di partecipare al programma americano volto a trovare una soluzione al contenzioso fiscale. Si tratta degli istituti di Zugo, Lucerna, Vaud, Ginevra, San Gallo e Grigioni, tutti inseritisi nella categoria 2, quella riservata alle banche che ritengono di avere clienti statunitensi evasori.

Tutte le banche motivano la loro decisione in modo analogo: nessuna di esse puntava al mercato americano, ma non è da escludere che fra i clienti figurino anche persone non in regola con le normative tributarie. L'attenzione è posta sugli americani che vivono nella Confederazione, sugli svizzeri residenti negli Usa, nonché sulle persone con doppia cittadinanza.

Inoltre le banche seguono le raccomandazione della Finma, che ha invitato le società in caso di dubbio a inserirsi nel gruppo 2: cosa che ha peraltro sollevato anche non poche critiche.

Sempre oggi la banca cantonale vodese ha inoltre comunicato che la sua filiale Piguet Galland & Cie ha pure optato per la categoria 2.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS