Navigation

Fmi: Lagarde preme per accordo USA, eurozona applichi presto piano

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 luglio 2011 - 15:04
(Keystone-ATS)

L'eurozona deve mettere in atto "rapidamente" il piano per contrastare la crisi del debito. Lo ha detto la direttrice generale del Fondo monetario internazionale (FMI) Christine Lagarde.

"Le turbolenze potrebbero riaffacciarsi" anche se l'accordo raggiunto la scorsa settimana dai leader europei "è stato accolto bene dai mercati", ha spiegato la Lagarde, e "per questo motivo è essenziale che gli impegni presi al vertice siano implementati rapidamente".

Quanto agli Stati Uniti, "sul tetto del debito, l'orologio corre e la questione va risolta immediatamente" dal momento che "uno choc fiscale negli USA potrebbe avere gravi ricadute sul resto del mondo", ha ammonito in un intervento tenuto oggi al Council on Foreign Relations di New York. La Lagarde ha auspicato che "il coraggio politico mostrato dai leader europei" con l'accordo sul debito greco sia "presto seguito da una decisa azione fiscale negli USA".

"A medio termine l'FMI si aspetta una ragionevole crescita globale, di circa il 4-4,5% nel 2012, ma la ripresa resta squilibrata", ha spiegato la Lagarde durante il suo intervento, in cui ha ricordato come la "rapida crescita delle economie emergenti sia stata cruciale per la ripresa globale ma in alcune di queste economie stanno affiorando segni di surriscaldamento".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?