Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - Il costo della crisi internazionale per il sistema bancario delle economie avanzate sarà minore di quanto si pensasse in un primo momento: è quanto prevede il Fondo Monetario Internazionale che ha rivisto al ribasso le proprie previsioni.
Secondo quanto si legge nella bozza del World Economic Outlook anticipato dall'ANSA, il Global Financial Stability Report (GFSR) di aprile 2010 ha "abbassato le stime delle svalutazioni e degli accantonamenti su perdite da parte delle banche, attuali e future, per il periodo 2007-2010, da 2.800 a 2.300 miliardi di dollari, due terzi dei quali sono stati già iscritti a bilancio alla fine del 2009".

SDA-ATS