Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - "Una ripresa moderata e disomogenea sta prendendo forma in Europa. La crescita nell'area è prevista rafforzarsi nel 2010-2011, anche se i tradizionali motori della ripresa saranno probabilmente più deboli del solito". Lo afferma il Fondo Monetario Internazionale (Fmi) nel Regional Economic Outlook per l'Europa, nel quale prevede per l'Unione Europea e per Eurolandia un Pil in crescita dell'1% nel 2010, con un'inflazione rispettivamente pari all'1,5% e all'1%.
"Nel breve termine la crescita continuerà a beneficiare delle esportazioni e delle misure di stimolo fiscale. Miglioramenti nella fiducia degli investitori e dei consumatori potrebbero spingere la domanda interna. In ogni caso, con la disoccupazione prevista in aumento e con le difficoltà persistenti nel settore bancario, i consumi e gli investimenti rimarranno opachi", si legge nel rapporto del Fmi.

SDA-ATS