Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Fondo monetario internazionale riduce le previsioni di crescita dell'economia svizzera per il 2015 dall'1,6% allo 0,75% a causa principalmente del rafforzamento del franco rispetto alle altre valute.

Altri fattori incidono inoltre negativamente sulla congiuntura quali le incertezze che regnano attorno all'attuazione dell'iniziativa contro l'immigrazione di massa, la globalizzazione e il basso tasso di inflazione, che in ragione della robustezza del franco e dei bassi prezzi del petrolio dovrebbe risultare negativa.

Sul medio periodo il FMI prevede comunque una graduale ripresa e una crescita del 2%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS