Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Crescita minore?

KEYSTONE/AP CHINATOPIX

(sda-ats)

Il Fondo monetario internazionale (Fmi) rivede al ribasso le stime di crescita dell'economia mondiale. Il Pil salirà del 3,7% sia nel 2018 sia nel 2019, ovvero 0,2 punti percentuali in meno rispetto alle previsioni precedenti per tutti e due gli anni.

''La ripresa è meno bilanciata. I rischi al ribasso sono aumentati negli ultimi sei mesi'' afferma il Fondo nel rapporto periodico World Economic Outlook, sottolineando che la ''revisione al ribasso riflette gli effetti negativi delle misure commerciali annunciate e prospettive più deboli per alcune economie emergenti e in via di sviluppo.

Il Fmi rivede al ribasso pure le stime di crescita dell'area euro e degli Stati Uniti. Per Eurolandia il Fondo prevede per quest'anno un pil in aumento del 2,0%, ovvero 0,2 punti percentuali in meno rispetto alle stime di luglio (-0,4 punti su aprile). Nel 2019 il pil dell'area euro è stimato a +1,9%, invariato su luglio, ma in calo dello 0,1% su aprile. Per gli Stati Uniti la crescita è stimata al 2,9% nel 2018, invariata rispetto a luglio e aprile. Per il 2019 il pil è atteso al +2,5%, -0,2 punti percentuali su luglio e aprile.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS