Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel 2013 il Fondo nazionale svizzero (FNS) ha investito 819 milioni di franchi nella ricerca, una cifra record. Il denaro è servito a finanziare 3'400 progetti. Il FNS ha inoltre sostenuto 8'100 ricercatori.

Con il 40% del totale del Fondo, la biologia e la medicina sono stati i settori più finanziati, indica oggi il FNS in un comunicato. Seguono la matematica, le scienze naturali e l'ingegneria con il 33%, e le scienze umane con il 27%.

La cifra totale è aumentata di 64 milioni di franchi rispetto al 2012, in crescita dell'8%. Il Fondo ha sostenuto 4'500 dottorandi e 2'500 post dottorandi attraverso progetti e programmi. Circa 1'100 giovani ricercatori sono stati incoraggiati nell'intraprendere la via accademica con 180 milioni.

"Dobbiamo attirare giovani talenti e motivarli a impegnarsi nella ricerca assicurandogli buone condizioni", ha spiegato Martin Vetterli, presidente del Consiglio nazionale della ricerca. Per questo il FNS assegna borse di studio per l'estero, sostiene le famiglie dei ricercatori o aumenta i salari dei dottorandi.

Nel prossimo programma pluriennale, l'incoraggiamento dei giovani costituirà una priorità, annuncia il FNS: "ci sono ancora miglioramenti da fare in questo campo", ha ammesso Vetterli.

SDA-ATS