Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Paolo Ligresti, figlio di Salvatore, è stato assolto oggi a Milano nel processo con rito abbreviato nel quale era imputato per aggiotaggio e falso in bilancio per presunti illeciti nella gestione del gruppo Fonsai.

Il giudice di udienza preliminare (gup) ha disposto anche la revoca degli arresti domiciliari per lui e ha assolto altri due imputati e la società assicurativa.

Paolo Ligresti si era costituito lo scorso 29 giugno al valico di frontiera di Chiasso dopo due anni circa di latitanza in Svizzera. A carico del "rampollo" della famiglia Ligresti, che possiede la doppia cittadinanza italiana e svizzera, pendeva da luglio del 2013 un'ordinanza di custodia in carcere per aggiotaggio e falso in bilancio in uno dei filoni dell'inchiesta su Fonsai.

Al centro dell'inchiesta c'era una presunta 'voragine' di circa 600 milioni di euro nei conti della compagnia assicurativa con presunti dividendi illeciti per 253 milioni distribuiti alla famiglia Ligresti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS