Navigation

Forbes: Hu Jintao più potente di Obama

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 novembre 2010 - 19:00
(Keystone-ATS)

NEW YORK - È il presidente della Cina, Hu Jintao, e non più quello degli Stati Uniti, Barack Obama, l'uomo più potente del pianeta. A decretarlo, in base a suoi parametri personalizzati (dati economici, forza militare, capacità di sviluppo, popolazione) è la rivista "Forbes", che anche quest'anno ha redatto la 'sua' classifica del potere mondiale.
Al terzo posto vi è il re dell'Arabia Saudita Abdullah ben Abdel Aziz, che ha spodestato il primo ministro russo Vladimir Putin (sceso in 4/a posizione). Papa Benedetto XVI secondo "Forbes" è invece al 5/o posto.
Di Papa Benedetto XVI, "Forbes" scrive che "resta la più alta autorità morale sulla Terra per oltre 1,1 miliardo di anime, un sesto della popolazione mondiale". Papa Ratzinger è "uno strenuo tradizionalista, deplora il secolarismo, il consumismo e il relativismo morale, ed è inflessibile sul controllo delle nascite, i matrimoni gay e la concessione del sacerdozio alle donne".
Forbes inserisce poi al 6/o posto della classifica del potere mondiale la cancelliera tedesca Angela Merkel. In 7/a posizione il nuovo primo ministro britannico David Cameron, davanti al presidente della Federal Reserve Usa, Ben Bernanke (8/o), alla presidente del Congresso indiano, Sonia Gandhi (9/a) e al presidente di Microsoft, Bill Gates (10/o).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.