Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Lo scorso anno in Svizzera, nel commercio al dettaglio, sono aumentati i volumi di vendita di formaggio e yogurt, mentre sono diminuiti quelli di latte, burro e panna. È quando si legge nel rapporto dell'Ufficio federale dell'agricoltura (UFAG).

Il quantitativo di formaggio venduto è cresciuto rispetto all'anno precedente del 2,6%, arrivando a 95'515 tonnellate. Il giro d'affari è invece rimasto praticamente invariato (+0,4%) a causa dell'abbassamento dei prezzi.

La tendenza positiva si è registrata sia per le quantità di formaggi svizzeri (+2,1%) che esteri (+4,3%). Il fatturato dei primi è cresciuto dell'1,3%, mentre quello dei secondi è diminuito dell'1,2%. Nel 2015 i formaggi esteri rappresentavano il 32,1% del volume totale, viene sottolineato in un comunicato.

Per quel che riguarda lo yogurt, è stata osservata una progressione in termini di volume (+1,7 %) e di giro d'affari (+2,9 %), associata a un lieve rincaro dei prezzi. Calano invece i volumi di vendita di latte (-1,1%), burro (-2,3%) e panna (-0,4 %). Anche il fatturato di questi tre prodotti ha subito una contrazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS