Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una bimba rapita sabato pomeriggio a Morat (FR) dal padre, con la complicità di altre persone, è stata ritrovata sana e salva poche ore dopo in Germania. Lo ha annunciato oggi la polizia friburghese, precisando che il genitore 41enne, contro il quale era stato spiccato un mandato di cattura internazionale, è stato arrestato.

Il rapimento è avvenuto sabato pomeriggio davanti ad un centro commerciale di Morat (FR), ha riferito la polizia. Il padre, che vive in Germania, era accompagnato da diversi complici, il cui numero esatto non è ancora stato determinato.

Mentre uno di essi ha immobilizzato la madre, il padre si è impadronito della figlia, che si trovava in un passeggino. La piccola è poi stata trasferita in un'automobile, con la quale il gruppo si è dato alla fuga.

Scattate immediatamente, le ricerche hanno consentito di rintracciare il padre e la figlia la notte tra sabato e domenica in Germania. L'uomo è stato arrestato mentre si trovava in casa di sua madre. La bimba, in buona salute, è stata affidata ai servizi sociali.

Il padre viveva separato dalla moglie, una cittadina marocchina di 29 anni, dagli inizi di dicembre. La giustizia non si è ancora pronunciata sull'affidamento della bambina, che dalla separazione dei genitori vive di fatto con la mamma a Morat. L'inchiesta sul rapimento sarà condotta dalla giustizia friburghese in collaborazione con le autorità tedesche.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS