Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

FRIBURGO - Friburgo inasprisce a sua volta la legge sui cabaret: dal primo gennaio 2011, il cantone non rilascerà più permessi di soggiorno e di lavoro alle donne provenienti da Stati con i quali la Svizzera non ha concluso un accordo di libera circolazione delle persone.
Questa restrizione - già applicata da cantoni quali VD, VS, JU, SG e TG - ha quale obiettivo di prevenire i rischi di sfruttamento e di abusi ai quali espone l'attuale permesso di dimora temporanea L, spiega il governo friburghese oggi in una nota. Tale permesso non consente inoltre alle donne di cambiare mestiere in Svizzera.
Dall'anno prossimo, i cabaret friburghesi saranno dunque costretti a reclutare le loro ballerine fra le artiste già integrate sul mercato svizzero del lavoro (nazionalità svizzera, permessi C o B), oppure provenienti dall'Unione europea.

SDA-ATS