Navigation

FR: elezioni Stati; rapporto governo su disguido informatico

I risultati del ballottaggio erano stati comunicati soltanto alle 21.15 quando erano in corsa soltanto tre candidati per i due seggi disponibili KEYSTONE/ANTHONY ANEX sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 gennaio 2020 - 17:26
(Keystone-ATS)

Il Governo friburghese ha pubblicato oggi un rapporto sul disguido informatico che aveva provocato un ritardo di sette ore nella proclamazione dei risultati del ballottaggio per il Consiglio degli Stati lo scorso 10 novembre.

Il sistema non viene rimesso in discussione, ma - scrive l'esecutivo - in futuro occorrerà fare meglio.

L'elezione si era conclusa con l'elezione a sorpresa della giovane Johanna Gapany (PLR), che con 138 voti di scarto aveva sconfitto l'uscente Beat Vonlanthen (PPD), e la comoda riconferma del socialista Christian Levrat.

Durante la sessione di novembre del Gran Consiglio friburghese, tutti i partiti si erano tuttavia lamentati per il ritardo con il quale la Cancelleria cantonale aveva comunicato i risultati ufficiali: questi erano stati annunciati solo verso le 21.15, quando in corsa c'erano soltanto tre candidati per due posti. Avevano inoltre rilevato un problema di fiducia verso le istituzioni, in particolare la cancelleria, e chiesto al Governo di stilare un rapporto affinché una simile domenica di elezioni non si ripeta.

Nella sua risposta odierna, il Consiglio di Stato friburghese ricorda che i problemi tecnici hanno interessato solo la trasmissione dei risultati del secondo turno, e non il conteggio dei voti. Deplora tuttavia "che l'incidente abbia perturbato lo scrutinio e reso difficile il compito di tutti gli attori della giornata elettorale".

Elezioni comunali

La causa della panne è stata identificata dalla cancelleria, che ha redatto il rapporto per il Governo. È dovuta alla concomitanza di sette elezioni comunali, accanto allo scrutinio per la Camera dei cantoni, che ha provocato in taluni comuni ritardi fino a 40 minuti nella comunicazione dei risultati.

È la prima volta che tale problema si verifica da quando è stato introdotto il sistema, e quello del 10 novembre era il 32esimo appuntamento elettorale nel quale è stato utilizzato il software di gestione delle elezioni e delle votazioni.

Nei test effettuati prima degli scrutini tale disfunzione non era stata constatata, poiché le varie elezioni erano state provate una dopo l'altra e non nella stessa giornata. Ciò ha provocato un sovraccarico inedito del sistema. Da notare che lo stesso software è utilizzato anche nel canton Neuchâtel.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.