Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un ragazzo di 13 anni anni scomparso ieri mattina verso le 9.00 da un centro d'accoglienza per richiedenti l'asilo di Broc, nella Gruyère (FR), è stato ritrovato il giorno stesso poco prima di mezzanotte sano e salvo. Ci sono sei arresti.

Sei persone - tre donne e tre uomini tra 21 e 45 anni - di nazionalità russa o cecena, tutte domiciliate fuori cantone, sono state fermate e poste in stato di arresto a disposizione degli inquirenti. Lo ha reso noto un comunicato odierno della polizia friburghese.

Attualmente il ragazzo, che vive una situazione famigliare difficile, è stato preso a carico dal Servizio infanzia e gioventù, in attesa di una sua nuova sistemazione insieme ad un fratello.

Gli arrestati, che risiedono in gran parte nel canton Argovia, avevano deciso di prelevare il ragazzo e tenerlo con loro, e senza avvertire alcuno avevano organizzato ieri mattina il suo trasporto proprio in Argovia. Ma dopo gli appelli sulle reti sociali e gli avvisi di ricerca diffusi in serata si sono convinti a riportare il ragazzo a Broc, dove lo avevano prelevato.

In un comunicato notturno la polizia friburghese aveva reso noto che il ragazzo "è stato trovato mentre conoscenti lo stavano riportando al suo alloggio".

Le operazioni di ricerca prontamente scattate nella mattinata di ieri hanno mobilitato una settantina di agenti e alcuni civili, tra cui membri della colonna di soccorso e personale con un cane per la ricerca di persone. Parallelamente "sono state realizzate indagini giudiziarie", che ora proseguono, alla luce degli arresti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS