Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Oltre 400 opere di Pablo Picasso sono state rubate a casa di Catherine Hutin-Blay, la figlia di Jaqueline, l'ultima moglie del pittore, tra il 2005 e il 2007. A ritornare sulla vicenda è la stessa Catherine, custode di parte dell'eredità del maestro, in un'intervista al quotidiano Le Parisien, dopo anni che le investigazioni sono in corso da parte dei poliziotti della Brigata di repressione contro i furti (Brb). Solo alcune delle opere sono state ritrovate.

"407 opere mi sotto state rubate - dice la Hutin-Blay -Disegni, acquerelli, dipinti: un insieme di opere che vanno dal 1930 al 1970 per un valore fino a 2 milioni di euro. Questa vicenda è estremamente dolorosa".

E aggiunge: "I furti hanno avuto luogo tra il 2005 e il 2007 ma me ne sono resa conto solo nel 2011 quando ho sporto denuncia". Tra i sospetti c'era anche anche il giardiniere di Sylvie Baltazart-Eon (l'ereditiera del mercante d'arte Aimé Maeght) che aveva la copia delle chiavi di casa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS