Sempre più società francesi trasferiscono la loro sede in Svizzera. Complessivamente a fine dicembre 2012 la Camera di commercio franco-elvetica contava 850 ditte con un azionariato francese, contro 750 a fine 2011. Questi i dati indicati alla radio romanda RTS dalla stessa Camera di commercio, che ha corretto un'informazione comunicata ieri dai giornali svizzerotedeschi "Tages Anzeiger" e "Der Bund" . I due quotidiani avevano riferito di 850 ditte francesi spostatesi in Svizzera dall'inizio del 2013.

Per la Camera di commercio - secondo la RTS - si tratta di una crescita regolare. Stando alla deputata all'Assemblea nazionale francese Claudine Schmid, eletta in Svizzera e Liechtenstein nelle liste del partito di opposizione di centrodestra Ump, citata dai due quotidiani, le società hanno scelto di stabilirsi in Svizzera per approfittare di una "fiscalità più leggera" e di "risparmi sugli oneri sociali".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.