Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Francia e l'Egitto hanno sottoscritto oggi al Cairo cinque accordi bilaterali nell'ambito della Difesa, uno dei quali è un accordo di cooperazione "storico", nelle parole del ministro della Difesa transalpino Jean-Yves Le Drian, mentre gli altri riguardano la vendita di armi, e in particolare 24 cacciabombardieri Rafale, una fregata e dei missili a corta e media gittata.

L'accordo, sottolineano diversi media francesi, oltre che un successo industriale per il velivolo prodotto da Dassault, è una prova del sostegno del governo di Parigi all'Egitto, in una fase di grande instabilità della regione.

"L'Egitto porta avanti la nostra stessa battaglia contro lo Stato islamico", ed è "un Paese essenziale per la stabilità del Medio Oriente", aveva detto stamattina Le Drian ai microfoni di Rmc, spiegando che al Cairo spetta "la responsabilità strategica di mettere in sicurezza il Canale di Suez".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS