Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo francese ha intimato oggi la direzione di Facebook France di comunicare all'Authority pubblica preposta se i messaggi privati di alcuni utenti del social network siano stati pubblicati senza alcuna ragione apparente sulla loro bacheca, nonostante le smentite del gruppo.

"Devono essere date spiegazioni chiare e trasparenti senza indugio", hanno affermato i ministri del Risanamento produttivo, Arnaud Montebourg, e dell'Economia digitale, Fleur Pellerin, in un comunicato congiunto.

Le piste finora emerse per questo bug, che avrebbe provocato ieri la diffusione di messaggi privati degli utenti risalenti al 2007-2009, sono quella del possibile guasto tecnico, della modifica improvvisa della configurazione dei dati che ha spiazzato gli utenti o della violazione della privacy.

La rete, in particolare l'altro social network Twitter, sono stati invasi di messaggi e testimonianze di utenti francesi ma non solo, che si sono detti vittima del fenomeno. Facebook ha parlato di un movimento di panico immotivato: "un piccolo numero di utenti - ha affermato un portavoce del gruppo - hanno espresso le loro preoccupazioni per quelli che hanno ritenuto essere, per errore, messaggi privati apparsi sulla loro bacheca. I nostri ingegneri hanno studiato questi casi e hanno constatato che i messaggi erano in realtà vecchi messaggi 'postati' nelle bacheche che sono sempre stati visibili sul profilo degli utenti coinvolti. Facebook dichiara che non c'è stata alcuna violazione della privacy degli utenti".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS