Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PARIGI - Il progetto di legge per la proibizione del velo integrale in tutto gli spazi pubblici che pepara il governo francese prevede perfino un anno di carcere e una multa di 15mila euro per chi lo impone a una donna. Lo rivela "le Figaro", che è entrato in possesso del progetto di legge, che sarà esaminato dal Consiglio dei ministri il 19 maggio.
Le donne che andranno in giro coperte con il niqab o il burqa saranno sanzionate con una multa massima di 150 euro, secondo il testo; è previsto anche uno 'stage' di cittadinanza "come pena alternativa o complementare". Il testo, che è composto di due soli articoli, è particolarmente severo con chi imponga "con la violenza, la minaccia, l'abuso di potere o di autorità" il velo integrale, perché -come spiegato da una fonte al quotidiano conservatore- "l'intento della legge non è proteggere la società francese dall'Islam, ma le donne e i loro diritti" e il governo intende evitare ogni polemica religiosa.
Il testo dovrà superare, tra i vari scogli, quello del Consiglio di Stato, che -consultato a titolo preventivo- aveva fatto sapere lo scorso mese che una proibizione generale del velo integrale può incontrare serie difficoltà legali. Una legge sul tema è stata fortemente voluta dall'Ump, il partito del presidente Nicolas Sarkozy; mentre il principale gruppo dell'opposizione, il Partito socialista, pur contrario al burqa e al niqab nelle strade, avrebbe preferito evitare la strada legislativa; e adesso attendere di vedere il testo per decidere il voto.

SDA-ATS