Navigation

Francia: chirurgo accusato di pedofilia, 250 vittime potenziali

Il chirurgo avrebbe fatto 250 vittime. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 18 novembre 2019 - 11:09
(Keystone-ATS)

Sono "250 le vittime potenziali di fatti di pedofilia non prescritti identificate nel corso dell'inchiesta" sull'ex chirurgo, ora in pensione, Joel Le Scouarnec.

Lo ha annunciato, al termine delle indagini su questo medico arrestato nel 2017 e poi ai domiciliari, il procuratore de La Rochelle (Francia occidentale), Laurent Zuchovicz.

L'ex medico, 68 anni, ha esercitato la sua professione di chirurgo dell'apparato digerente in diverse regioni della Francia fra il 1989 e il 2017. È in detenzione dal maggio 2017 per il primo capitolo del suo tentacolare caso e comparirà in tribunale dal 13 al 17 marzo prossimi.

Il procuratore ha aggiunto che 184 denunce sono state presentate e fra queste 181 riguardano persone minorenni al momento dei fatti.

La prima denuncia, presentata nell'aprile 2017, era partita dai vicini del medico, genitori di una bambina di 6 anni all'epoca dei fatti. La piccola aveva raccontato che il medico le si era mostrato nudo e l'aveva violentata.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.