Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Sono d'accordo con i terroristi che hanno ucciso i giornalisti perché si sono presi gioco della nostra religione": dopo il caso dei giorni scorsi a Nizza, in Francia un'altra bimba, questa volta di 10 anni, è stata convocata dai gendarmi a Valbonne, nel dipartimento delle Alpes-Maritimes, su indicazione dei magistrati. "È sempre inquietante quando si sentono queste dichiarazioni", sottolinea Georges Gutierrez, procuratore di Grasse, sulle colonne di Nice-Matin, giustificando l'interrogatorio della piccola.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS