Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un escursionista svizzero di 57 anni dato per disperso da venerdì è stato trovato morto questa mattina nel dipartimento dell'Ain, vicino al confine con il canton Ginevra.

Il cadavere dell'uomo, un ginevrino, è stato scoperto verso le 10 da un pastore su un pianoro ad oltre 1000 metri di quota nella zona di Crozet, villaggio ai piedi della catena del Giura situato pochi chilometri a nordovest di Ginevra, nel Pays de Gex. La morte sarebbe dovuta a un malessere sopraggiunto durante l'ascensione della montagna in una giornata molto calda, ha indicato all'agenzia stampa francese Afp la gendarmeria locale, confermando una informazione del giornale "Le Dauphiné Liberé".

Il 57enne ginevrino, descritto come un escursionista esperto, era partito per la montagna venerdì verso le 10. Non vedendolo tornare, la famiglia ha dato l'allerta alle 19 circa. I gendarmi del Pays de Gex, con l'aiuto di due elicotteri e due équipe cinofile, hanno trovato ieri la sua auto nel parcheggio di una funivia, punto di partenza del sentiero imboccato dall'uomo.

SDA-ATS