Tutte le notizie in breve

Il neo ministro della giustizia francese Bayrou

Keystone/AP/FRANCOIS MORI

(sda-ats)

Il ministro della Giustizia francese, il centrista François Bayrou, ha presentato oggi il suo progetto di legge per la "moralizzazione della vita politica", così come promesso dal presidente Emmanuel Macron in campagna elettorale.

Al primo posto del progetto di legge, la soppressione della Corte di giustizia della Repubblica, il tribunale attualmente incaricato di giudicare i ministri del governo definito "una giurisdizione eccezionale".

"Instaureremo, per i membri del governo - ha detto Bayrou - il giudizio da parte di magistrati della corte d'appello di Parigi", con una procedura di "filtro" per evitare tentativi di "destabilizzazione".

Sarà vietato assumere familiari

Altra misura moralizzatrice: sarà vietato assumere familiari da parte di parlamentari o rappresentanti locali.

"Nel caso in cui discendenti o congiunti fossero impiegati da altri parlamentari, questi impieghi dovranno essere dichiarati nel quadro della certificazione di interessi", ha detto Bayrou.

Una legge già annunciata dal presidente Macron durante la campagna elettorale delle ultime elezioni presidenziali, in seguito allo scandalo del "Penelopegate", la vicenda riguardante presunti impieghi fittizi della moglie del candidato repubblicano François Fillon.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve