Navigation

Francia: insieme ma in case separate, ecco le nuove coppie

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 gennaio 2010 - 21:31
(Keystone-ATS)

PARIGI - Ci si ama di più e meglio se ognuno sta a casa propria: così la moda di vivere in coppia ma in domicili separati sta prendendo sempre più piede in Francia. Secondo la fotografia scattata dall'Istituto nazionale di studi demografici (Ined) in un rapporto pubblicato oggi sui nuovi modi di vivere in famiglia, il 28% dei giovani e oltre il 10% di chi ha alle spalle un divorzio opta per questo tipo tipo di soluzione. Gli inglesi le hanno persino dato un nome: 'lat' che sta per 'living apart together'.
In tutto è l'8% dei francesi tra i 18 e i 79 anni, cioé 3,8 milioni di persone, a vivere "in coppia ma separatamente". In particolare, il 13% degli uomini e il 12% delle donne che hanno già sperimentato l'esperienza della convivenza in precedenza, una volta trovato un nuovo amore mantengono domicili separati.
"I divorziati adottano sempre più spesso questo tipo di relazione (17%) rispetto alle persone non sposate che si separano dal proprio partner", ha detto Arnaud Regnier che ha diretto lo studio per l'Ined, dal titolo 'Ritratti di famiglie'. Se non ci sono figli dalla precedente unione, un terzo dei separati vive solo, la metà intraprende una nuova vita di coppia in modo tradizionale e uno su dieci forma una coppia con due tetti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.