Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"I francesi dovrebbero aver fiducia in Marine ed eleggerla presidente della Repubblica bocciando il suo avversario, un socialista sorridente che cerca di spacciarsi per qualcosa che non è". Lo dice in un'intervista a Qn Jean-Marie Le Pen.

Macron "è una marionetta del partito socialista, un uomo mascherato che cerca di far dimenticare di essere stato un ministro di Hollande", spiega. "Mélenchon è un socialista sostenuto dai comunisti, ma ha fatto una bella campagna. È un ottimo oratore, il migliore. Ha un notevole talento personale. La sua posizione mi è parsa degna, coerente e corretta". Fillon invece "appartiene al sistema, al vecchio apparato UMP-PS: era ovvio che desse un'indicazione di voto in favore di Macron".

Le Pen dice che la figlia Marine "ha fatto una campagna troppo cool. È vittima di una politica sterile, è preoccupata di fare il lifting al partito, che secondo lei ha aspetti demoniaci. Questo l'ha privata di molte simpatie nei ranghi dei fedelissimi. Invece di parlare tanto di Europa ed economia, avrebbe fatto meglio a privilegiare i temi storici dell'estrema destra, l'immigrazione, il terrorismo, la criminalità, la disoccupazione". Nonostante questo voterà per lei al secondo turno come ha "già fatto al primo".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS