Tutte le notizie in breve

"Non ho il minimo dubbio che lavoreremo bene insieme", ma "anzitutto dobbiamo aspettare le idee e i desideri espressi dal nuovo presidente" e "poi vedremo dove troveremo i punti in comune". Lo ha detto Angela Merkel, commentando la vittoria di Emmanuel Macron.

Rispondendo a chi le chiedeva un commento su quanti, come il ministro degli Esteri tedesco Sigmar Gabriel, propongono di sostenere di più la Francia e concederle maggiori margini sugli investimenti, Merkel ha notato di non credere "che come prima cosa dobbiamo cambiare la nostra politica: voglio aiutare affinché diminuisca la disoccupazione in Francia e aumentino le chance soprattutto per i giovani di trovare un posto di lavoro", ma per ora "dobbiamo aspettare finché Macron sarà in carica".

"Ciò di cui la Francia ha bisogno sono risultati", ha aggiunto. Berlino è sempre pronta a fornire il suo appoggio, ma "il sostegno della Germania non può sostituire la politica francese, la Francia deve prendere le sue decisioni da sola e lo farà".

"L'amicizia franco-tedesca - ha poi aggiunto la Merkel - è un pilastro della politica tedesca, Francia e Germania si trovano oggi di fronte alla sfida comune di condurre i nostri Paesi e l'Unione europea in un futuro sicuro e di successo".

"La Francia e la Germania coordinano insieme molti passi in comune e, laddove possibile, compiono questi passi insieme per il bene dei nostri Paesi e dell'Europa. Questo è proprio lo spirito che mi auguro e che credo ci sarà anche nella collaborazione con Macron", ha continuato. "Sono molto contenta del grandioso successo elettorale di Emmanuel Macron", ha aggiunto la Cancelliera.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve