Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Francia ha concesso lo status di rifugiata a una delle leader del gruppo femminista Femen, l'ucraina Inna Shevchenko, che aveva presentato domanda nel febbraio scorso. Lo ha riferito la stessa militante ai media transalpini.

L'ufficio francese di protezione di rifugiati e apolidi (Ofpra), responsabile per questo tipo di pratiche, non ha confermato l'informazione, spiegando che si tratta di procedure "confidenziali".

L'ottenimento dello status di rifugiata, ha spiegato la Shevchenko, è un elemento "strategico" per lei e per le Femen, perché"per sviluppare il movimento abbiamo bisogno di un luogo, di un Paese".

Il gruppo di 'neo-femministe' ucraine, divenute celebri per le loro proteste a seno nudo in luoghi ad alto valore simbolico, aveva già scelto Parigi come nuova sede nel settembre scorso, creando in un quartiere popolare della capitale francese il suo primo "centro di training" per nuove militanti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS