Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un militante dell'organizzazione ecologista Greenpeace si è sospeso questa mattina con una tenda fra il primo e il secondo piano della Tour Eiffel a Parigi, per chiedere la liberazione dei 30 militanti dell'Artico.

"Voglio rimanere qui fino alla liberazione dei miei amici detenuti in Russia - afferma il militante, Patrice, citato in un comunicato dell'organizzazione -, sono completamente solidale con la loro azione. Hanno agito in modo non violento, per necessità di fronte all'emergenza-clima".

I 28 militanti di Greenpeace sono detenuti da 38 giorni dopo aver condotto un'azione di protesta non violenta su una piattaforma petrolifera di Gazprom nell'Artico.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS