Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Michèle Alliot-Marie ha presentato oggi le sue dimissioni in una lettera inviata al presidente Nicolas Sarkozy. La ministra francese degli esteri afferma di essere stata vittima di "attacchi politici e mediatici" che hanno detto cose non vere sul suo conto. "La prego di accettare le mie dimissioni", ha scritto Alliot-Marie, al centro delle polemiche nelle ultime settimane a causa di una sua vacanza in Tunisia.

Molto criticata per il suo atteggiamento accondiscendente con il regime dell'ex presidente tunisino Ben Ali, la ministra ha annunciato le sue attese dimissioni in una lettera precisando di non aver "commesso alcun errore".

Questa sera il presidente francese Nicolas Sarkozy interverrà alle 20.00 in diretta tv per pronunciare un importante discorso sulla politica estera della Francia, fortemente criticata in questi ultimi tempi, e per giustificare le dimissioni della Alliot-Marie.

Fonti governative hanno indicato che il posto della Alliot-Marie sarà ripreso da Alain Juppé, che lascerà il ministero della difesa. Quest'ultimo sarà guidato da Gérard Longuet, mentre Brice Hortefeux dovrebbe lasciare il ministero degli interni per divenire consigliere di Sarkozy. Sarà sostituito dal segretario generale dell'Eliseo Claude Guéant.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS