Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PARIGI - Si chiama 'clordecone' il pesticida che rischia di scatenare un nuovo scandalo sanitario in Francia e nei suoi dipartimenti d'oltremare.
Ormai da diversi anni, le isole dei Caraibi francesi Guadalupa e Martinica sono di fronte a un disastro sanitario, con tassi crescenti di cancro e infertilita', a causa dell'uso massiccio di pesticidi proibiti in piantagioni di banane.
"La fase del sospetto - scrive oggi il quotidiano Le Monde in un articolo pubblicato in prima pagina - e' ormai superata. Uno studio scientifico ha appena dimostrato che l'esposizione al clordecone presente nel terreno e nei corsi d'acqua aumenta in modo significativo il rischio di cancro alla prostata, che rappresenta la meta' dei tumori individuati nei due dipartimenti" francesi d'oltremare.
Il riferimento e' a un rapporto sull'impatto di questo insetticida pubblicato sul sito internet dell'Istituto francese per l'allarme sanitario dopo otto mesi dalla sua uscita. Un ritardo che, scrive Le Monde, "la dice lunga sull'imbarazzo" delle autorita' francesi. Visto che gli Usa lo avevano vietato gia' nel 1976. Mentre la Francia l'ha autorizzato sul suo territorio continentale fino al 1990 e ha prolungato il suo utilizzo in Martinica e Guadalupa fino al 1993.

SDA-ATS