Navigation

Francia: piazze si riempiono contro riforma pensioni Macron

Lo sciopero generale di oggi in Francia paralizza i trasporti, ma non solo. KEYSTONE/AP/LAURENT CIPRIANI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 05 dicembre 2019 - 13:53
(Keystone-ATS)

Decine di migliaia di persone sono già in piazza ai quattro angoli della Francia, in occasione della grande giornata di sciopero nazionale contro la riforma delle pensioni voluta dal presidente Emmanuel Macron.

Mentre si attende il via del corteo parigino - nella capitale blindata per il rischio black bloc la manifestazione parte a metà giornata da Gare du Nord verso Place de la Nation - migliaia di lavoratori francesi, tra cui macchinisti, pompieri, insegnanti, avvocati e camici bianchi hanno già sfilato a Marsiglia, Rennes, Lione, Clermont-Ferrand, Tours, Perpignan, Saint-Nazaire, Besançon, Béziers, Nizza e tante altre città del Paese.

Momenti di tensione tra gilet gialli e forze dell'ordine sono stati segnalati a margine della manifestazione di Lione. Dinanzi alla rabbia sociale, Macron è "calmo e determinato a condurre in porto la riforma, in un approccio di ascolto e consultazione", riferisce l'Eliseo, precisando che il premier Edouard Philippe, si "esprimerà verso metà della prossima settimana sull'architettura generale della riforma", annunciata al momento solo per grandi linee ma i cui contenuti restano vaghissimi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.