Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I poliziotti francesi in servizio alla frontiera con l'Italia a Ventimiglia e a Calais vivono una situazione "insostenibile", con "condizioni di lavoro insopportabili" a causa dell'"impiego intensivo delle unità".

Lo denuncia il sindacato Alliance, sigla maggioritaria tra le forze dell'ordine transalpine, in una lettera inviata nei giorni scorsi alla Direzione generale della polizia nazionale, citata oggi dal quotidiano Le Figaro.

"È innegabile che sul nostro territorio nazionale si compia un dramma umano, tuttavia i poliziotti vivono momenti molti difficili per portare a termine le loro missioni - recita la missiva - La polizia non può assumersi tutto il carico, e i nostri colleghi si interrogano sul senso del loro lavoro di fronte alle questioni umane e politiche. Se la situazione perdura, saremo presto soverchiati". In risposta, il ministero dell'Interno ha sottolineato come il numero degli effettivi nelle due zone 'calde' sia già stato aumentato da "rinforzi eccezionali" e "le richieste di materiale supplementare" siano state registrate.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS