Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Francia "ci sono 306 jihadisti ricercati": lo dice il procuratore di Parigi, François Molins, in un'intervista al sito internet del quotidiano Le Figaro.

"Non c'è nessun motivo di essere ottimista. La minaccia non è mai stata così forte, soprattutto a causa del coinvolgimento della Francia contro l'organizzazione dello Stato islamico", prosegue Molins, precisando che attualmente 118 indagini legate al terrorismo in Siria e in Iraq sono aperte al tribunale di Parigi.

"Da fine 2013 - continua il procuratore - il numero di dossier è esploso del 180%". Mentre un totale di "1.636 individui sono coinvolti nelle filiere" legate all'invio di combattenti in Iraq e Siria. E tra i 306 jihadisti ricercati molti sono di ritorno proprio da quei due Paesi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS