Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

A Calais, in Francia, il numero di migranti in condizioni disperate nella bidonville della città è passato da 3000 a 6000 nel giro di appena tre settimane. Un incremento dovuto "alla difficoltà di passare in Gran Bretagna", afferma oggi la prefettura di zona.

Nelle ultime settimane sono stati realizzati diversi interventi per mettere in sicurezza l'accesso al porto di Calais e il sito dell'Eurotunnel, il passaggio ferroviario sotto alla Manica teatro di tragici incidenti.

Nella zona dallo scorso 26 giugno sedici migranti sono morti nel tentativo di raggiungere la Gran Bretagna. Oltre all'aumento degli abitanti della cosiddetta 'giungla', gli operatori umanitari devono anche far fronte all'arrivo del freddo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS