Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Francia: Sarkozy in stato di fermo per vicenda intercettazioni

L'ex presidente francese Nicolas Sarkozy si trova in stato di fermo nei locali della polizia giudiziaria di Nanterre nell'ambito di un'inchiesta per presunto "traffico d'influenza". Lo si è appreso da fonte giudiziaria. Gli inquirenti della squadra anti-corruzione della polizia giudiziaria potranno interrogare Sarkozy entro un termine di 24 ore, eventualmente rinnovabile per altre 24.

Ieri era stato annunciato lo stato di fermo per Thierry Herzog, avvocato dell'ex presidente francese, e per due alti magistrati nell'ambito dell'inchiesta per corruzione e violazione del segreto istruttorio nell'inchiesta sulle intercettazioni nei confronti di Sarkozy.

L'ufficio anti-corruzione della polizia vuole appurare se l'ex capo dell'Eliseo, d'accordo con il suo legale, abbia tentato di ottenere informazioni da un alto magistrato, in cambio della promessa di una carica prestigiosa, su un'inchiesta che lo riguardava.

Nell'ambito più ampio dell'inchiesta, l'obiettivo è fare luce da parte della Procura sull'ipotesi che Sarkozy sia stato illecitamente informato della decisione di intercettare le sue telefonate da parte della magistratura. Il provvedimento, estremamente raro nei confronti di un ex capo dello stato, era stato adottato nell'ambito dell'inchiesta sulle accuse di finanziamento da parte della Libia di Muammar Gheddafi della vittoriosa campagna elettorale di Sarkozy nel 2007.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.