Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una sola arma, una pistola automatica di calibro 7.65, sarebbe stata usata per la strage di Chevaline, sulle Alpi francesi, in cui sono rimaste uccise quattro persone, di cui tre membri di una stessa famiglia.

È quanto sostiene oggi la televisione francese M6, che avrebbe avuto accesso ai risultati degli esami balistici praticati dagli inquirenti e non ancora resi pubblici.

Secondo la tv, la conclusione degli esperti è che a sparare sia stato dunque un solo killer (e non due, secondo ipotesi avanzate nei giorni scorsi). L'ipotesi di un complice - si legge sul sito on line di M6 - è seriamente presa in considerazione, "ma non necessariamente era presente al momento dell'esecuzione".

Inoltre, sempre secondo la tv, l'autopsia dei cadaveri avrebbe determinato in modo "quasi certo" che il capofamiglia, Saad al-Hilli, è stato ucciso per primo con due proiettili alla testa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS