Navigation

Francia: via a processo Mediator, farmaco anti-fame killer

Si è aperto questa mattina in Francia il processo per lo scandalo del Mediator, il farmaco antidiabete ritenuto responsabile di centinaia di morti sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 settembre 2019 - 10:15
(Keystone-ATS)

Si è aperto questa mattina in Francia il processo per lo scandalo del Mediator, il farmaco antidiabete ritenuto responsabile di centinaia di morti.

Sul banco degli imputati i laboratori Servier con le loro filiali e l'Agenzia del farmaco. Durata prevista del dibattimento, sei mesi.

Le parti civili, che rappresentano migliaia di ricorrenti, vogliono sapere come sia stato possibile che questo farmaco, creato per i diabetici ma ampiamente utilizzato come "anti-fame", sia stato prescritto per 33 anni nonostante le denunce sulla sua pericolosità.

L'accusa denuncia i laboratori di aver mentito sulla realtà dei fatti ma la difesa ribatte che non emersero rischi appurati scientificamente prima del 2009, quando il Mediator fu ritirato dal commercio. Fino a quel momento, 5 milioni di francesi fecero ricorso al prodotto ritenuto all'origine di gravi lesioni delle valvole cardiache e di ipertensione arteriosa polmonare. A lungo termine potrebbe essere stato responsabile di 2.100 decessi, secondo una perizia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.