Navigation

Francia: video Griveaux, doppia inchiesta su russo Pavlenski

Piotr Pavlenski è l'artista russo all'origine del ritiro della candidatura a sindaco di Parigi dell'esponente del partito di maggioranza in Francia, Benjamin Griveaux (nell'immagine). KEYSTONE/EPA/IAN LANGSDON sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 18 febbraio 2020 - 11:37
(Keystone-ATS)

Sotto inchiesta per le violenze di fine anno e per la diffusione di video a carattere sessuale.

È doppio il provvedimento giudiziario per Piotr Pavlenski, l'artista russo all'origine del ritiro della candidatura a sindaco di Parigi dell'esponente del partito di maggioranza in Francia, Benjamin Griveaux. Per le violenze commesse la notte fra il 31 dicembre e il primo gennaio scorsi, il giudice ha chiesto anche la detenzione per Pavlenski mentre per la vicenda del video è sotto inchiesta anche la sua compagna, Alexandra de Taddeo.

La prima indagine - si apprende dalla magistratura parigina - riguarda "violenze con uso di armi in stato di ebbrezza". L'artista e attivista russo è stato protagonista, la sera di San Silvestro, in un appartamento di Parigi, di una lite che lo ha visto opposto a diverse persone. Pavlenski si sarebbe impossessato di un coltello in cucina e due invitati al veglione sarebbero rimasti feriti, secondo una ricostruzione del sito on line Mediapart. Alla serata era presente anche l'avvocato e saggista Juan Branco, che ha assistito Pavlenski nella vicenda dei video hard di Griveaux, di cui si dichiara nemico giurato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.