Navigation

Francia contraria a stop temporaneo operazioni in Libia

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 giugno 2011 - 14:09
(Keystone-ATS)

La Francia è contraria ad una pausa nelle operazioni militari in Libia. Lo ha riferito oggi il ministero francese degli Esteri.

Parigi reagisce così alle parole del ministro degli Esteri italiano, Franco Frattini, che ha affermato oggi che l'Italia appoggerebbe un eventuale appello Onu-Ue-Lega Araba per la sospensione immediata delle ostilità al fine di consentire la creazione di corridoi umanitari in grado di aiutare la popolazione.

"La coalizione ed i Paesi riuniti nel gruppo di contatto ad Abu Dhabi, due settimane fa, sono stati unanimi nella strategia da seguire: bisogna accrescere le pressioni su Gheddafi", ha dichiarato il portavoce del Quai d'Orsay, Bernard Valero, in un breve incontro con i giornalisti oggi a Parigi.

Secondo Valero infatti, "una pausa nelle operazioni rischierebbe di permettere a Gheddafi di prendere tempo e di riorganizzarsi. Alla fine - ha aggiunto - sarebbero le popolazioni civili a patire di un nostro segnale di debolezza".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?