Navigation

Franco: esperto, investitori si aspettano che BNS abbassi tassi

La banca centrale rimane sorvegliata speciale. KEYSTONE/ANTHONY ANEX sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 settembre 2019 - 11:00
(Keystone-ATS)

Gli investitori si aspettano che la Banca nazionale svizzera (BNS) abbassi ulteriormente i tassi: è questo il modo di interpretare gli ultimi movimenti della moneta elvetica secondo l'esperto di divise di UBS Thomas Flury.

Contrariamente a quanto ci si aspettava il franco negli ultimi giorni non si è rafforzato: al momento gli operatori evitano investimenti nella valuta svizzera, spiega Flury in un'intervista pubblicata dal portale online Cash. Questo perché l'opinione dominante è che la BNS, la settimana scorsa, "abbia solo preparato il campo per un ulteriore abbassamento".

La grande domanda che si pongono gli specialisti è quando avverrà l'intervento: molti ritengono che la soglia sarà un corso dell'euro di 1,05 franchi. Stando a Flury molto dipenderà anche dalla rapidità di un eventuale rafforzamento del franco. A suo avviso la BNS dovrà però anche chiedersi se il prossimo taglio del costo del denaro non sarà anche l'ultimo in assoluto che sarà in grado di fare.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.